prospetto-quote-asd-orsa-maggiore-2017

Tiziano Zanetello eletto nuovo Presidente della FISO

Nell’assemblea elettiva federale di ieri pomeriggio, sabato 3 dicembre, a Verona, Tiziano Zanetello è stato eletto nuovo Presidente della Federazione Italiana Sport Orientamento. L’esperto tecnico veneto succederà a Mauro Gazzerro alla guida della Federazione, supportato da dieci consiglieri eletti nella stessa occasione, tra cui anche il nostro presidente Daniele Guardini e il nostro neo-tesserato Stefano Mappa, già vicepresidente nel quadriennio 2009-2012 sotto la presidenza di Sergio Grifoni.

Per un resoconto dettagliato della tornata elettorale di ieri e per conoscere più da vicino il nuovo Presidente FISO, ecco gli articoli pubblicati sul sito federale:
http://www.fiso.it/notizia/a-verona-si-scelgono-i-nuovi-vertici-fiso-16779
http://www.fiso.it/notizia/tiziano-zanetello-nuovo-presidente-fiso-16780
http://www.fiso.it/notizia/presidente-fiso-chi-e-tiziano-zanetello-16781

Un augurio di buon lavoro al nuovo Presidente e a tutti i Consiglieri eletti.

prospetto-quote-asd-orsa-maggiore-2017

We’re back online!

Siamo di nuovo online a tutti gli effetti! Scusate l’attesa, ma con gli importanti eventi che organizzeremo nel 2017 non potevamo più permetterci il lusso di non avere un sito ricco di contenuti e informazioni per chi volesse avvicinarsi all’orienteering grazie a noi.

Il sito sarà ancora in costruzione per qualche settimana, cercheremo di reintegrare i contenuti pregressi piano a piano e di inserirne di nuovi, così da dare una visione a 360° delle attività che ci tengono impegnati.

Pertanto… non ci resta che invitarvi a continuare a seguirci!

prospetto-quote-asd-orsa-maggiore-2017

30 ottobre 2016 – Fontana Candida – Finale TIC

L’A.S.D. Orsa Maggiore organizza la prova finale del Trofeo Italia Centrale 2016 nel quartiere di Fontana Candida, nella periferia est di Roma.

Si tratterà di una gara di specialità sprint che vedrà i concorrenti impegnati ad alta velocità tra zone urbane e di parco.

Download:

Leggi l’articolo di Daniele Guardini sulla gara pubblicato sul sito FISO: A Corona e Brandi la finale del TIC 2016

prospetto-quote-asd-orsa-maggiore-2017

10 aprile 2016 – Frascati – Camp. Laziale sprint e TIC

L’A.S.D. Orsa Maggiore porta per la prima volta un evento ufficiale di orienteering nella città di Frascati, il Campionato Laziale sprint, valido anche come prova del Trofeo Italia Centrale 2016.

La cittadina dei Castelli Romani più vicina a Roma offrirà insidie tecniche e fisiche per i partecipanti, con l’alternanza di aree urbane più o meno intricate, il bosco di Villa Torlonia e… molti gradini da salire e da scendere!

Download:

Leggi l’articolo di Roberto Moretti sulla gara pubblicato sul sito FISO: Campionati Regionali sprint C-O

prospetto-quote-asd-orsa-maggiore-2017

31 ottobre / 1° novembre 2015 – OringSprint Halloween Edition

logo_os_2015_2

Una 2 giorni adrenalinica nel weekend di Halloween: sabato sera la “spaventosa” notturna nel Parco di Tor Tre Teste e domenica mattina l’atteso ritorno dell’orienteering, dopo 5 anni di assenza, tra i Lotti di Garbatella, sull’impianto completamente rinnovato dal cartografo Remo Madella.

Download:

Leggi l’articolo di Davide Pecora sull’evento, pubblicato sul sito FISO: Andreina Brandi ed Alessio Tenani nel cuore della Capitale.

prospetto-quote-asd-orsa-maggiore-2017

Una 3 giorni di Pasqua down-under

Dopo aver partecipato all’evento più importante da quando mi sono trasferito a Sydney, credo valga la pena di dedicargli qualche approfondimento.

A quanto pare la 3 giorni di Pasqua è una manifestazione abbastanza sentita dagli orientisti locali, tanto che il numero di partecipanti quest’anno era vicino agli 800, con qualche presenza anche dai paesi limitrofi, tipo Hong Kong e Nuova Caledonia. Oltretutto il primo giorno prevedeva, per gli Elite, una gara middle valida come WRE. Location designata, la Clandulla State Forest, circa 200/250 km a nord-ovest di Sydney, appena oltre le Blue Mountains.

I “giochi” sono iniziati venerdì 18 aprile con un prologo sprint per le categorie M/W21E (per le quali, di fatto, si trattava di una 4 giorni) e a seguire una gara promozionale pubblica sugli stessi tracciati. Negli altri tre giorni, invece, si è corso su distanze middle e long, sebbene la mia categoria (M21A) prevedeva tre gare più o meno della stessa lunghezza, diciamo long ma neanche troppo.

Il terreno di gara del primo e terzo giorno era abbastanza simile, tipico bush australiano (più “pulito” e veloce del solito, comunque) con lunghi e ripidi valloni rocciosi a rendere lo sforzo ancora più fisico, richiedendo qualche scalata di paretine rocciose. Nel secondo giorno, fatta salva la prima parte, il terreno era invece decisamente più piatto, con movimenti del terreno meno accentuati e una rete di sentieri più densa.

L’organizzazione, a carico della Federazione del New South Wales (Orienteering NSW), ha gestito l’evento con standard elevati per i partecipanti: ampie e spettacolari le 3 arene di gara, dotate di tutti i servizi necessari (ristoro, bagni, possibilità di acquisto pranzo, bibite e dolci), servizio di risultati gestito tramite il sistema O-Lynx su 6 schermi LCD (stile Oringen, più uno aggiuntivo con ripresa dal vivo del corridoio d’arrivo), risultati live su internet e pubblicazione degli split su WinSplits poche ore dopo la conclusione della gara.

Quanto a me, ho faticato un po’ il primo giorno con qualche errore di troppo che non mi ha lasciato molto soddisfatto, ma negli altri due giorni sono riuscito a tirare fuori due gare molto pulite e fisicamente “gagliarde” con solo qualche piccola (accettabile) sbavatura. Il terzo giorno ho corso con un po’ di dolore al ginocchio sinistro dall’inizio alla fine, ma ciò fortunatamente non ha inciso sul risultato finale.

Le carte di gara con il mio percorso sono pubblicate tutte sul DOMA Orsa Maggiore>:
Carwell’s Labyrinth > day 1
Prosser’s Reef > day 2
Cherry Farm > day 3

Parlando del risultato, premesso che visto lo stato di forma la partecipazione in Elite sarebbe stata forse possibile (nonostante un secondo giorno da 14 e più km più 400m di dislivello) e che la concorrenza in M21A è stata a dir poco esigua (solo 4 partecipanti hanno disputato tutte e tre le gare), arrivare al primo posto tre volte su tre è stato abbastanza soddisfacente, soprattutto il secondo e terzo giorno in cui ho disputato gare quasi perfette. Insomma, come souvenir dell’Orienteering Australiano, potrò portarmi a casa una medaglia, il che non guasta 🙂

E magari sabato prossimo proverò il percorso Elite ai campionati long del NSW…

prospetto-quote-asd-orsa-maggiore-2017

Primi podi da agonista per Francesco in M14

Nella prova del Trofeo Nazionale Centri Storici di Clusone (BG) del 29 marzo Francesco ha conseguito un bel 3° posto nella Cat. M-14, alle spalle di Pietro Palumbo (Orienteering Crea Rossa) e dopo un testa a testa con Gabriele Bonora del CUS Bologna. L’M-14, come tutti i tracciati, vedeva i concorrenti impegnati in una prima parte di percorso nel centro storico vero e proprio, mente la seconda parte ha interessato la zona nuova residenziale, che ha trasformato la gara in una manifestazione podistica.

Il giorno successivo c’è stato il battesimo del bosco per Francesco, nella pineta di Clusone: il percorso era di livello tecnico adeguato, e il risultato è stato ancora un podio, alle spalle del solito Pietro Palumbo e di Damiano Bettega (G. S. Pavione).

Le successive due gare Francesco le ha disputate nel Trofeo Italia Centrale; qui la categoria è la M-16, in quanto la M-14 non è istituita, per cui i percorsi sono stati tecnicamente più impegnativi.

Nella gara del Tuscolo del 6 aprile il percorso prevedeva alcuni passaggi in zone complesse dal punto di vista orientistico, ma le difficoltà sono state superate e la gara è stata completata da Francesco in 28’19”, meglio di Lorenzo Corazza (31’43”) e di Michele Cipollini (36’25”), entrambi del CCR.

Anche a Gattaceca, il 13 aprile, ci sono stati passaggi impegnativi in zone caratterizzate da vegetazione insidiosa, con la variante che un paio di punti erano posizionati in zone di difficile attacco, per cui i tempi di gara si sono dilatati ma … niente paura, Francesco ha concluso anche stavolta al 1° posto in 42’13”, seguito da Matteo Lucarelli (54’57”) e Michele Cipollini (55’53”).

In definitiva, un ottimo esordio da agonista per Francesco, che ottiene anche un bel bottino di punti di Lista Base; infatti facendo la media dei cinque migliori risultati fin qui ottenuti, si colloca ad oltre 23 punti, e siamo solo ad aprile!

prospetto-quote-asd-orsa-maggiore-2017

Impressioni di… dicembre

Quanto tempo… Sono troppi 3 mesi per riprendere il filo di quello che è successo da allora!

Perché non cominciare da dove ci eravamo lasciati, dall’ultima news di inizio settembre in cui “vantavamo”, per il Rome Orienteering Meeting, un volume di iscrizioni già salito a 300? Nel riquadro del riepilogo iscrizioni avrete già visto che in realtà abbiamo sfiorato i 1000 partecipanti!!! Ebbene sì, perché abbiamo dovuto chiudere le iscrizioni a 800 e rotti (accettando ancora qualche sventurato che non si era iscritto pur avendo prenotato volo e alloggio), altrimenti chissà a quale cifra saremmo potuti arrivare!

E come si è comportata la macchina organizzativa? Beh, basti dire che le lamentele sono state al limite del marginale (dati i 1000 iscritti era logico aspettarsi qualcuno un po’ più pedante della media) e quasi tutti i concorrenti sono stati estremamente soddisfatti del lavoro svolto da tecnici e volontari dei due team coinvolti: il Corsaorientamento Club Roma e… l’Orsa Maggiore, ovviamente!

E’ vero che un po’ di fortuna ci ha aiutato, perché non è normale che a Roma faccia 20° e passa di massima a inizio novembre, con condizioni meteo sempre favorevoli… e non è neanche impossibile che qualche passante, diciamo, “curioso” possa portarti via qualche lanterna o stazione Sport-Ident, cosa che invece non è successa!

Non sono mancati momenti difficili e concitati, soprattutto in partenza e arrivo, che ovviamente sono le aree critiche di ogni gara. Mettiamoci pure la volontà di “strafare” e offrire una one-man-relay al tramonto (per molti in notturna) a Villa Borghese, con 11 (!!!) lanci separati, uno ogni 10 minuti e con una media di 90 concorrenti a lancio… e la cosa rende l’idea del successo organizzativo di una manifestazione che è stata “varata” a gennaio con tanti dubbi, proseguita con molta ansia ma anche determinazione, amministrata forse con un pochino di (inevitabile) inesperienza, ma riuscita ben oltre le aspettative iniziali.

E se consideriamo pure che, a consuntivo, sono molti gli aspetti che possono essere migliorati, non possiamo che essere ottimisti e puntare dritti verso una nuova edizione (2015?) con la consapevolezza dei mezzi delle due associazioni che hanno partecipato all’organizzazione.

Da parte mia, ringrazio, ancora una volta, i membri del direttivo Orsa Maggiore, Arianna-Giuliano-Luca, per l’impegno profuso nelle lunghe settimane di preparazione e avvicinamento all’evento, il Corsaorientamento Club Roma per la solidale partnership in quest’avventura e, in particolare, Manuela-Stefano-Helen, per la mole e la qualità di lavoro svolto.

Passando ad altro… mi piace in questo momento pensare all’Orsa Maggiore come alla società più “sparpagliata” sul globo terrestre che possa esserci!

Se consideriamo la famiglia Mariani di base a Ponte San Giovanni (PG), il vicepresidente Arianna Vitalini già da qualche mese a Bologna per lavoro, il consigliere Luca Elisei spesso fuori dal Bel Paese… da qualche giorno dobbiamo pure aggiungerci un presidente (il sottoscritto) fuori dal… continente! Eh sì, perché vi scrivo (e sono le 17.52, non le 7.52 come mi fa notare WordPress) dagli antipodi, dalla calda e afosa Sydney, Australia, in cui rimarrò per i prossimi mesi (almeno fino a fine giugno).

Conto sul fatto che l’essere sparpagliati non sarà una causa di divisione nella nostra associazione, ma semmai un elemento che possa renderci anche più affiatati di prima e soprattutto più consapevoli sia delle proprie capacità che delle proprie responsabilità. Pertanto non temete, perché seppure l’attività organizzativa si prenderà un anno sabatico, il 2015 ci rivedrà in campo, in un modo o nell’altro!

Per chiudere, voglio fare un grande in bocca al lupo ad Antonio e Francesco Mariani: nel 2013 hanno dimostrato una grande crescita e, se al primo auguro tutto il meglio nella carriera ciclistica, pur sperando di vederlo spesso negli appuntamenti orientistici regionali e nazionali, al secondo faccio i complimenti per un biennio di grossi risultati nazionali in M12, che fanno ben sperare per la sua prima stagione da agonista nella categoria M13-14.

Da Sydney, passo e chiudo! Vi terrò aggiornati anche sulle mie disavventure orientistiche!

Il presidente
Daniele Guardini

prospetto-quote-asd-orsa-maggiore-2017

Allenamenti nel bolognese

Nello scorso weekend, una “delegazione” romana composta da Daniele e 4 ciccierrini (Stefano, Michele, Andreina, Tommaso) hanno fatto visita al “distaccamento” bolognese dell’Orsa Maggiore, Arianna, per una due giorni serrata e divertente di allenamenti e… goliardia!

Partenza venerdì sera con arrivo a Bologna quasi a mezzanotte e… spaghettata alle 2 di notte!

Sabato, all’alba di mezzogiorno e sotto la canicola, allenamento middle one-man-relay con Stefano posatore al Parco della Chiusa. Nella serata, doppio allenamento sprint (quartiere tra il centro e San Lazzaro) che si rivela un po’ più lungo delle aspettative (frazione corta di 3,5km, lunga di 6km scarsi), con la prestigiosa compagnia di Emiliano Corona della Forestale accompagnato dalla moglie Sara (appena rientrati dal mare).

Sabato sera ci si gode movida e “passion” alla bolognese con Arianna a fare da cicerone… e sono di nuovo le 3!

Domenica mattina sveglia di buon’ora e partenza, sempre con Emiliano, verso Monghidoro invasa dalle auto da rally, con conseguente rinuncia all’allenamento sprint e salita verso l’Alpe a pochi chilometri di distanza per un ultimo allenamento middle/long sulla carta che fu già “assaggiata” con glassatura di neve in una prova di Coppa Italia nel 2010 🙂

Grazie ad Arianna per il supporto logistico, alle società Polisportiva Masi e CUS Bologna per la concessione delle carte, a Stefano per aver curato gli allenamenti… e a tutti gli altri per la compagnia!

prospetto-quote-asd-orsa-maggiore-2017

23/06/2013 – Cinque Confini – 5a prova Trofeo Italia Centrale

Domenica di caldo, sole e… salite! Daniele, Giuliano e la famiglia Mariani al gran completo hanno preso parte all’ultima prova regionale prima della pausa estiva, disputata ai piedi del Terminillo, sulla carta Acerone / Cinque Confini (provincia di Rieti).

Nella stessa location dello “storico” bronzo (Avvisati-Guardini-Pfister) in Open ai Campionati Italiani staffetta 2002, i nostri sapevano bene di trovare una gara molto impegnativa fisicamente, al di là della distanza middle, dati i vincoli che il terreno di gara impone al tracciatore: impossibile evitare tratte in costa e in salita con pendenze spesso molto accentuate.

Antonio, messa da parte la delusione per il podio negato da un punto errato nella sprint di San Gregorio due settimane prima, già a Fai della Paganella aveva lanciato la sfida in MA, conscio di poter dire la sua su un terreno di gara di questo tipo. Per lo stesso motivo, il sottoscritto sapeva che sarebbe servita una gara senza errori per poter ambire a una posizione di rilievo, indispensabile per tenere vive le speranze nella classifica generale del Trofeo Italia Centrale.

Beh, se le aspettative di Antonio si concretizzano (complimenti a lui!), le mie decisamente meno… ed è un peccato scoprire dagli split times che ero partito molto bene (addirittura in testa al primo punto!) per poi rovinare tutto già al quarto punto e poi di nuovo all’ottavo (che era di fatto nuovamente il quarto!) e al decimo. Insomma 4′ di errore in tutto senza i quali avrei forse agganciato il podio (si sa, con i se e i ma…) però è chiaro che senza preparazione fisica, in una gara fisica e veloce come questa, difficilmente si riesce a fare un buon risultato (impietoso il confronto dei tempi con Michele… 35 minuti contro 48!). Beh, per chi volesse dare un’occhiata al mio percorso, è caricato sul DOMA Orsa Maggiore.

Insomma, a parte il quinto posto del sottoscritto, per il resto ci sono quattro podi (le foto sono su Facebook), che fruttano ben 45 punti per il Campionato Regionale Società (secondi pari merito dietro l’irraggiungibile C.C.R.): Francesco, anche se solo, in M12 segna un tempo che difficilmente sarebbe stato battuto e dopo la gara prova anche il percorso MC; Leonardo sale ancora sul terzo gradino del podio nella M40 come a San Gregorio; Giuliano, inizialmente iscritto in MC, raccoglie l’eredità di Luca in MB centrando anche lui il terzo posto.

“Eroe” di giornata Antonio, che riesce nella sua impresa e porta a casa il primo podio regionale (3° posto) in MA! E La parola passa a lui…

La gara si correva su un terreno fin troppo scorrevole dove una buona velocità di base poteva fare la differenza anche perché la zona dei Cinque Confini è ben conosciuta. Ho cercato fin dall’inizio di correre e forte ma devo ammettere che ciò mi ha impedito di rimanere sempre in direzione commettendo qualche piccola imprecisione in zona punto. L’unico errore importante che ho commesso è stato alla 5 dove ho perso circa 1 minuto e forse questo mi ha precluso il 2° posto finale. Il percorso mi è piaciuto molto perché alternava tratte lunghe a tratte molto brevi e numerosi cambi di direzione e inoltre devo ringraziare il tracciatore per aver inserito tratte di sola e implacabile salita ad esempio la 5-6 e soprattutto la 11-12 dove ho potuto dare tutto quello che avevo, non senza però pagarne le conseguenze all’arrivo. Per ciò che riguarda Francesco e la M-12, il percorso era all’altezza e non troppo semplice, ma lui ha comunque fatto una gara impeccabile: penso che avrebbe vinto indipendentemente dalla presenza dei suoi avversari. L’unica recriminazione riguardo al tracciato è la lunghezza limitata della sua categoria.